MARZORATI SI FERMA A SAN DONA’ MA NESSUNO SE NE ACCORGE

29/09/2021
Foto di Post Marzorati

Ma guarda un po’, apprendiamo dalla Nuova Venezia, che l’indimenticabile Pier Luigi Marzorati, un totem della pallacanestro italiana, ha effettuato una “visita inaspettata che onora il basket sandonatese” …”ospite in Comune”, dove “il sindaco Andrea Cereser ha avuto il piacere di incontrare l’ex playmaker di Cantù e della Nazionale”.

Peccato che il mondo del basket, o parte di esso, non sia stato reso partecipe dell’incontro, ciò nonostante l’illustre ospite avrebbe dichiarato “San Donà è una realtà che non conoscevo e mi ha colpito favorevolmente”…”credo che ci saranno possibilità di collaborare insieme per realizzare nuovi progetti”.

Come si possa affermare che si è colpiti favorevolmente da una realtà che non si conosce per effetto di una visita casuale, non preventivata, è un’affermazione che ci lascia alquanto perplessi piuttosto che compiaciuti.

Pronunciarsi su qualcosa che si afferma di non conoscere è sempre azzardato, e quindi non si può che ritenere la dichiarazione come un atto di cortesia.

Se il signor Marzorati fosse stato messo a conoscenza che a San Donà la pallacanestro dispone di un solo campo omologato (il Palasport Barbazza), disponibile per poche ore settimanali e che presenta ancora notevoli situazioni di criticità, che negli anni passati, anche recenti,  il basket sandonatese è dovuto ripetutamente emigrare in altre città perché in loco non esistevano strutture omologate o agibili, che attualmente ci sono squadre relegate in palestre piccole, insicure, senza uso di docce, che ci sono altre discipline sportive che quanto a strutture, vedi atletica leggera, non se la passano meglio, ….forse al posto di quel “colpito favorevolmente” avrebbe usato un’espressione meno entusiastica!

Sorprende poi che il Sindaco trovi immediatamente il tempo di ricevere un personaggio sicuramente importante, e ci mancherebbe, anche se passato di là per caso trattandosi di “visita inaspettata”, mentre ad un normale cittadino per parlare con lui di problemi contingenti ed urgenti che riguardano, guarda caso, l’attività sportiva di una associazione locale di pallacanestro, sono stati prospettati alcuni mesi di attesa ?

A meno che non si sia voluto usare l’inconsapevole Pier Luigi Marzorati per l’ennesimo annuncio di una realtà dell’impiantistica sportiva locale che purtroppo per noi, che la viviamo ogni giorno, continua a non esistere.

Giambattista Ferrari – Presidente ASD JesoloSandonà Basket

P.S. Caro Pier Luigi, da dirigenti sportivi abbiamo avuto in passato qualche occasione d’incontro per reciprochi interessi societari che riguardavano atleti del nostro vivaio; mi sarebbe perciò piaciuto salutarti, ma vorrei comunque ricordarti un episodio, non  menzionato nel breve articolo del cronista sportivo, che ti riporta a San Donà molto tempo fa.

Infatti, nel gennaio del 1974, quasi una cinquantina d’anni fa, la tua squadra (Forst Cantù) fu ospite in una assai modesta palestra della nostra cittadina (già allora San Donà si trovava con una impiantistica sportiva alquanto scadente pur con una squadra, il Canella Basket, in Serie” C” Nazionale) per un allenamento. Accompagnata dal DS Morbelli, dal grande allenatore Arnaldo Taurisano, e da atleti del calibro di  Bob Lienhard, Carlo Recalcati, Maurizio Della Fiori, Tombolato, Berretta, Meneghel ….…oltre a te, ovviamente, fummo onorati della Vostra presenza facendo vivere agli oltre 200 ragazzi assiepati sulla tribunetta della piccola palestra in estasiata ammirazione un pomeriggio indimenticabile.

Ben ritornato, perciò, a San Donà di Piave



Foto di JSDB SI PARTE 2021

Tra mille difficoltà è iniziata la 59a stagione de...

9/18/2021